CURIOSITA'

Credenze popolari

Esistono in tema di matrimonio numerose credenze popolari. Crederci? Oppure no?
Anche i meno superstiziosi di voi non potranno fare a meno di leggere queste righe... e soprattutto si accorgeranno alla fine del giorno più bello, che almeno una di queste credenze sarà stata seguita alla lettera, volontariamente o meno.

La sposa deve indossare qualcosa di blu, di vecchio, di nuovo, di prestato, di regalato.
- Blu: il colore della purezza in epoche lontane;
- Vecchio: la vita ormai alle spalle;
- Nuovo: la nuova vita di coppia;
- Prestato: le persone care che vi accompagnano in questo momento di passaggio;
- Regalato: il bene dei cari.

Non si deve dormire nella casa coniugale la notte prima delle nozze.

La sposa non deve fare il letto ma deve essere preparato da due persone nubili.

Lo sposo deve recapitare il bouquet alla sposa il mattino stesso della cerimonia.

Lo sposo e la sposa non devono vedersi, né parlarsi, prima della cerimonia.

Lo sposo non può vedere l’abito della sposa prima del matrimonio.

L'abito bianco è indicativo di verginità e purezza.

La sposa deve lanciare o regalare il suo bouquet.

A fine cerimonia deve essere gettato da ogni invitato un pugno di riso a simboleggiare fertilità.

Cinque sono i confetti da inserire nella bomboniere a rappresentanza di: felicità, fertilità, ricchezza, salute, vitalità.

Il marito deve oltrepassare la soglia di casa con la moglie tra le braccia.

 

La bomboniera

Questo prezioso oggetto nasce come dono di ringraziamento degli sposi a tutti coloro che partecipano al festeggiamento del matrimonio, considerata ricordo concreto che rimmarrà nel tempo…ma le sue origni risalgono alla lingua francese come bon.bon (dolcetto) e arriva in Italia alla fine del Xv sec. Quando i nobili erano soliti portare con sé cofanetti con dolci e caramelle a base di zucchero..dobbiamo però attendere il 1700 affinchè la bomboniera diventi parte della tradizione italiana, solo con le nozze tra Vittorio Emanuele, principe di Napoli e Elena del Montenegro che la bomboniera diventa oggetto di dono degli sposi agli invitati.

Anniversari

La tradizione ha assegnato particolari denominazioni agli anniversari di matrimonio, soprattutto con il crescere dell’importanza commerciale della festa. Le principali ricorrenze sono il 25° anniversario, denominato nozze d’argento e il 50° anniversario, che prende il nome di nozze d’oro.

 

 

 

IL GALATEO DELLE NOZZE

Le Partecipazioni

Le partecipazioni vanno spedite a tutti, compresi conoscenti e amici lontani, in modo che arrivino a destinazione 2 mesi prima della cerimonia. Ricordiamo che si fa sempre bella figura consegnando, ove possibile, le partecipazioni a mano.

Gli inviti

Nel caso si desideri invitare indistintamente tutte le persone che riceveranno la partecipazione, si potrà scegliere se inviare comunque il cartoncino di invito oppure comprendere il testo dell’invito in quello della partecipazione. È consigliabile inserire in fondo all’invito una frase come: “Si prega di confermare” o “R.P.S.V.P.”, inserendo anche la data entro cui rispondere e un recapito telefonico.

I Testimoni

I testimoni di nozze sono generalmente quattro, due per ognuno degli sposi. Sono richiesti sia nella cerimonia religiosa sia in quella civile. Il testimone per tradizione ha l’onore di un regalo importante, sia pur non si tratti assolutamente di un obbligo.

le fedi

Le fedi  sono diventate simbolo di un legame indissolubile nelle varie tradizioni legate al matrimonio, rappresentando, nella loro perfezione sferica, l’unione delle vite di due persone innamorate, in una sola, innamorati che uniscono cioè le loro anime davanti a Dio e alla legge.

Su chi deve conservare le fedi fino al giorno delle nozze l’etichetta è molto chiara: il primo testimone dello sposo sarà colui incaricato a custodirle e a darle agli sposi nel momento della benedizione degli anelli, mentre, se ci sono paggetti o damigelle, usanza molto carina è affidare ad uno di essi il compito di portare all’altare il cuscino porta fedi.

il bouquet

Secondo la tradizione,invece, il bouquet è l'ultimo regalo che il futuro sposo, nelle vesti di fidanzato, fa alla sua promessa sposa, chiudendo così il ciclo del corteggiamento; sta a lui infatti ordinarlo ed eventualmente consegnarlo o farlo consegnare poco prima delle nozze.
Il bouquet va portato alla sposa la mattina delle nozze dal fiorista, dal testimone dello sposo .

Vi ricordiamo che il lancio del bouquet dovrà essere effettuato dalla sposa al termine del banchetto, prima del taglio della torta; si dovrà posizionare di spalle davanti a un gruppo di invitate single e lanciarlo alla cieca verso di loro.
La tradizione vuole che chi tra di esse riuscirà a prenderlo, avrà molto presto una proposta di matrimonio.

L’entrata in chiesa

L’ingresso tradizionale prevede che lo sposo entri qualche minuto prima dell’inizio della cerimonia, accompagnato dalla madre. La sposa arriverà con un leggero ritardo e farà il suo ingresso al braccio sinistro del padre. Una volta arrivati all’altare, il padre affiderà la figlia al futuro genero, al quale stringerà la mano e poi prenderà posto nel primo banco a sinistra della navata. Ai parenti e amici della sposa è riservato il lato sinistro, il destro a quelli dello sposo.

Il Bon Ton degli Invitati

Per gli uomini va sempre bene l’abito classico di colore scuro, con una cravatta sobria ed elegante. Ricordiamo che, nel caso lo sposo indossi il tight, solo i testimoni e i due padri possono portarlo.
Per le signore va sempre bene l’abito da cocktail; di mattina anche il tailleur con gonna o pantaloni. Evitare colori troppo accesi, come il rosso e il viola. No a minigonne, scollature poco adatte e abiti sexy. La borsa deve essere sempre piccola. Da evitare gioielli e accessori appariscenti. Il cappello può essere indossato solo in due casi: se è la sposa stessa a portarlo o la mamma della sposa.

il lancio del riso

Il lancio del riso agli sposi sul sagrato della chiesa, o all'uscita dalla sala comunale, è un vero e proprio rituale. Il significato è l'augurio di benessere e abbondanza che parenti ed amici fanno alla nuova famiglia che si è appena formata

Per evitare che gli invitati ne siano sprovvisti o, peggio, che si presentino in Chiesa o al Municipio con scatole di riso da 1kg, ultimamente si usa preparare tanti coni di carta (o sacchetti) porta riso da riporre all'interno di ampie ceste che saranno disposte in un punto strategico così che ogni invitato possa appunto lanciare la sua manciata di riso di benaugurio agli sposi!

Le Bomboniere

Andrebbero consegnate entro 20 giorni dalla data del matrimonio. Oggi si usa distribuirle alla fine del ricevimento di nozze, quando si salutano gli ospiti. Va consegnata una bomboniera per ciascun nucleo familiare e una a testa nel caso di coppie di fidanzati. Oltre alle bomboniere, è tradizione di buon augurio distribuire sacchetti portaconfetti alle persone che fanno parte della vita quotidiana.

i  sacchetti segnaposti

Quando parliamo di segnaposto facciamo riferimento ad un sacchetto porta confetti  o elemento di decoro più o meno personalizzato per ciascun invitato. Si fa trovare sul tavolo, sul sottopiatto o accanto alle posate.nel segnaposto di solito viene stampato un bigliettino con scritto  Gli sposi ringraziano, permettendo così a voi di rinunciare all’attempato biglietto di ringraziamento da spedire a tutti gli invitati dopo il matrimonio o al più tardi al rientro dal viaggio di nozze.

I Confetti

Inseriti in bomboniere e sacchetti, i confetti dovranno essere bianchi classici con mandorla e di numero dispari: il numero 5 indica salute, fertilità, lunga vita, felicità, ricchezza; 3 confetti simboleggiano la coppia e il figlio; 1 confetto si riferisce invece all’unicità dell’evento.

la confettata

La confettata è una delle più recenti introduzioni nei matrimoni ma è ormai immancabile nei ricevimenti di nozze più eleganti come in quelli più giovani. La presentazione è una caratteristica importante - forse quella essenziale - di questo angolo: la bellezza dei contenitori trasparenti, il contrasto con i confetti colorati, la delicatezza dello stile che ben si abbina a ogni tipo di ricevimento